Si è aperta oggi a Milano la Italy Corporate Governance Conference 2018

Comunicato Stampa

Si è aperta oggi a Milano la Italy Corporate Governance Conference 2018

 Milano, 10 dicembre 2018 – Ha preso avvio oggi a Palazzo Mezzanotte la 4° edizione dell’Italy Corporate Governance Conference (ICG conference) promossa dal Comitato per la Corporate Governance e organizzata da Assonime e Assogestioni, in collaborazione con l’OCSE e il supporto di Borsa Italiana. La Conferenza rappresenta ogni anno la principale occasione di confronto sullo “stato dell’arte” della corporate governance in Italia, coinvolgendo esponenti di primo piano delle istituzioni, delle imprese e della comunità finanziaria italiana e internazionale.

La Conferenza è stata aperta da un messaggio del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte di fronte una platea costituita dai rappresentanti delle principali società italiane e di primari investitori istituzionali nazionali e internazionali, tra cui Blackrock, BNP Paribas, Eurizon, Amundi, Aberdeen Standard Investments, Amber Capital.

Nel suo messaggio il Presidente del Consiglio ha sottolineato che “le pratiche di corporate governance adottate dalle società italiane giocano un ruolo chiave nello stabilire e promuovere la fiducia e nell’incoraggiare l’accesso ai mercati dei capitali. Riconosco l’importante funzione di guida del Comitato italiano per la Corporate Governance nel promuovere le migliori pratiche e la loro effettiva implementazione. Il Governo italiano sostiene questi sforzi che contribuiscono ad una più sostenibile crescita economica”.

Dopo il saluto del CEO di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, la Presidente del Comitato per la Corporate Governance e di Enel Patrizia Grieco ha presentato il Rapporto Annuale del Comitato e ha illustrato le prossime iniziative:

“Il Comitato è impegnato a rafforzare ulteriormente la governance degli emittenti italiani per rispondere alle crescenti aspettative del mercato per una crescita che sia sostenibile nel lungo periodo e che possa portare benefici alla società nel suo insieme. A questo scopo è stata avviata una revisione del Codice di Autodisciplina che porrà la sostenibilità al centro delle proprie raccomandazioni di governance. Nella stessa direzione si stanno muovendo anche i Codici di Autodisciplina dei più importanti paesi europei: con i Presidenti dei Comitati per la Corporate Governance di Francia, Germania, Olanda, Regno Unito e Svezia abbiamo recentemente preso l’impegno di coordinare le nostre attività su questi temi con l’obiettivo di giungere alla definizione di un insieme di principi comuni che affermino il ruolo centrale della sostenibilità nella definizione delle strategie, della gestione dei rischi e delle politiche retributive delle società quotate”.

Nelle due sessioni tecniche della giornata odierna sono stati discussi alcuni dei nodi cruciali della governance delle società quotate italiane:

  • nella prima, coordinata dal Direttore Generale di Assogestioni, Fabio Galli, gli esponenti di alcune tra le principali società quotate italiane (Gabriele Galateri-Presidente di Generali, Gian Maria Gros Pietro– Presidente di Intesa, Emma Marcegaglia-Presidente di ENI, Fabrizio Saccomanni-Presidente di Unicredit e Matteo Del Fante, CEO di Poste), hanno discusso lo sviluppo delle forme di dialogo tra consigli di amministrazione e investitori con i rappresentanti di alcuni investitori istituzionali internazionali (Michael Herskovich di BNP Paribas e Paul Lee di ICGN);
  • nella seconda, coordinata dal Commissario della Consob, Carmine Di Noia, è stata analizzata l’esperienza delle società quotate italiane che hanno adottato il voto maggiorato, introdotto in Italia nel 2014 per facilitare la crescita delle imprese e favorirne la quotazione, con il contributo di esponenti di due di queste società (Luca Garavoglia-Presidente di Campari e Francesco Nalini – CEO di Carel Industries), degli investitori (Allison Kennedy di Aberdeen Standard Investment) e di un esperto del settore (Luis Correia da Silva di Oxera).

Nella giornata di domani, dopo l’introduzione di Tommaso Corcos, Vice Presidente del Comitato per la Corporate Governance e Presidente di Assogestioni, sono previsti, gli interventi di Innocenzo Cipolletta, Presidente di Assonime, Alessandro Rivera, Direttore Generale del Tesoro, di Ludger Schuknecht, Vice-Segretario Generale dell’OCSE e di Anna Genovese, Presidente Vicario della Consob.

Seguiranno due sessioni tecniche:

  • nella prima, coordinata dal Direttore Generale di Assonime, Stefano Micossi, verrà affrontato il tema dell’attivismo degli investitori, con la partecipazione di rappresentanti delle società quotate (Fulvio Conti, Presidente di Telecom e Massimo Ferrari ,CFO di Salini Impregilo), di gestori di fondi (Amra Balic di Blackrock e Jouseph Ougurlian di Amber Capital) e di esperti del settore (Francesco Gianni dello studio GOP e Donato Iacovone di E&Y).
  • nella seconda, coordinata dal Vice Direttore Generale di Assonime, Marcello Bianchi, verranno discusse le opportunità e le sfide connesse all’utilizzo del blockchain nella corporate governance, con la testimonianza del Commissario della Consob, Paolo Ciocca, e la partecipazione di investitori (Roberto Campani di Amundi) e di esperti del settore (Paolo Caniccio di Montetitoli, Paolo Gianturco di Deloitte e Paul Conn di Computershare).

 

 Scarica PDF 

 

Press info: press@icgconference.org